App, smartphone, tablet Android

 


Google ancora in causa: adesso è la volta di due cittadini californiani

Posted 17 marzo 2012 by gbon in Google

Il problema contestato dai due ricorrenti riguarda il termine di 15 minuti per richiedere il rimborso per app difettose: troppo pochi


Due cittadini californiani hanno fatto causa a Google sostenendo che il tempo necessario per restituire l’acquisto in caso di prodotto difettoso è troppo breve: appena quindici minuti. Si tratta di Dodd Harris (ha acquistato “Learn Chinese Mandarin Pro” per 4,83 dollari) e Stephen Sabatino (che ha acquistato aBTC a 4,99 dollari).

In particolare i due cittadini californiani che ricorrono contro Google contestano il fatto che nel Play Store il tempo necessario a restituire la app per avere un rimborso completo sia sceso a 15 minuti contro le 48 ore di un tempo; viene inoltre contestato il fatto che Google non attua una vera selezione delle applicazioni in vendita, il che implica che il rischio di acquistare un prodotto difettoso è molto elevato. Sia Apple Store che lo store di Amazon effettuano una selezione delle app in vendita.

La causa intentata contro Google è basata sulla legge californiana di protezione del mercato e dei consumatori, che è estremamente rigida e favorevole a questi ultimi.

 

Via


About the Author

gbon

Gbon è appassionato di tecnologia, ormai da parecchio tempo. Il suo primo PC è stato un Vic 20, e poi, a seguire, tanti altri. Il primo device mobile invece è stato un Palm m505, l'ultimo un tablet Android. Ha conoscenze di programmazione in linguaggi ormai morti (chi si ricorda di GW Basic o Turbo Pascal?); attualmente programma per iPhone e Android.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi