App, smartphone, tablet Android

 


HTC cita in giudizio Apple per violazione dei brevetti. Alé!

Posted 8 settembre 2011 by gbon in Google

Sempre più schizofrenico il mondo dell’IT nel settore mobile. Tutti denunciano tutti. Adesso è la volta di HTC contro Apple


Se non vi siete ancora stufati delle liti giudiziarie fra Apple e Samsung, dei ricorsi e dei controricorsi a livello planetario, ecco altro materiale su cui discutere e confrontarsi. Adesso è la volta di HTC, che ha comunicato di avere avviato una causa contro Apple per violazione di brevetti.
Ciò che rende questa ennesima causa diversa dalle altre è il fatto che HTC ha ottenuto direttamente da Google i brevetti oggetto del contendere. Infatti il 1 settembre Google ha trasferito a HTC nove brevetti; su quattro di questi HTC ha basato la propria mossa nei confronti di Apple. Non si dispone al momento di dettagli specifici sui nove brevetti, o sulle violazioni che Apple avrebbe commesso, alla base della citazione di HTC.

In realtà i nove brevetti erano a loro volta stati trasferiti a Google da Motorola prima dell’acquisizione, e riguardano una serie di aspetti relativi a Motorola, Palm e Openwave Systems. Non si hanno dettagli sull’importo eventualmente pagato da HTC a Google per i brevetti incriminati.

La notizia di oggi non costituisce solo l’ennesima puntata in disfide legali che entusiasmano coloro che ci guadagnano (gli avvocati, sicuramente) e annoiano gli amanti della tecnologia. Ci si chiede però: perchè Google ha venduto quei brevetti ad HTC se sapeva che potevano servire contro Apple? Forse alla base della decisione di Google di acquistare Motorola c’è veramente la accresciuta consapevolezza della necessità di disporre di armi affilate dal punto di vista legale, e non unicamente dello sviluppo di un sistema operativo avanzato dal punto di vista tecnologico.

via


About the Author

gbon

Gbon è appassionato di tecnologia, ormai da parecchio tempo. Il suo primo PC è stato un Vic 20, e poi, a seguire, tanti altri. Il primo device mobile invece è stato un Palm m505, l'ultimo un tablet Android. Ha conoscenze di programmazione in linguaggi ormai morti (chi si ricorda di GW Basic o Turbo Pascal?); attualmente programma per iPhone e Android.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi