App, smartphone, tablet Android

 


Nexus Tab, in arrivo a maggio da Asus a 199 dollari?

Posted 18 marzo 2012 by gbon in Amazon

Se è vero che tanti indizi fanno una prova, allora si comincia a sapere parecchio del tablet di Google. Ma, per il momento, sono solo indizi …


Oggi parliamo di Nexus Tab, o, per lo meno, di quello che dovrebbe essere il primo tablet di casa Google. Il nome è ovviamente di fantasia, ma si sa che tutti i dispositivi marchiati da Google portano il nome Nexus; con un minimo (ma veramente un minimo) di fantasia, ecco che nasce Nexus Tab.
Se tablet ha da essere, allora si pone il problema di quale sarà la versione di Android su cui sarà basato. Qui ci può venire in aiuto la tradizione: ad ogni device di Google corrisponde il rilascio di una nuova release di Android. E poichè Android 4 (ICS, o Ice Cream Sandwich) è già uscito da qualche mese, allora è evidente che Nexus Tab sarà basato su Jelly Bean, ovvero Android 5. Tutto questo correre dietro a versioni nuove da parte di Google onestamente non ci piace molto, e credo che non faccia contenti nè gli sviluppatori (costretti ad aggiornare in continuazione i loro applicativi), nè agli operatori di reti di cellulari (che sopportano in parte l’onere di rilasciare gli upgrade alle versioni più aggiornate).

Ma andiamo avanti con le supposizioni. Chi produrrà Nexus Tab? Qui il dato sembra ormai certo: Asus. I motivi li abbiamo spiegati qualche giorno fa: non tutti i produttori di dispositivi Android hanno sufficienti risorse in ricerca e sviluppo (ad es. LG) o semplicemente la voglia di farlo (ad es. HTC). E così, Asus sia.

Del resto Asus proprio qualche mese fa aveva in cantiere un tablet Android, denominato Memo 370T, scomparso però dalla attenzione dei media e mai più presentato, neppure come prototipo. Sulle caratteristiche tecniche del Nexus Tab di Asus non si hanno notizie, ma potrebbe avere un processore Qualcomm Snapdragon, semplicemente perché Asus ha una storica collaborazione con Qualcomm. Inoltre il display dovrebbe essere da 7 pollici, una dimensione media che piace molto, e riduce il prezzo del dispositivo.

E qui veniamo all’ultimo, non banale, dettaglio: il prezzo. Si vocifera di una quotazione compresa addirittura fra 149 e 199 dollari (che possono essere, come al solito, tradotti pari pari in Euro, considerato che qui da noi c’è l’IVA). Un prezzo bassissimo, popolare, ideale per un periodo come questo di crisi e di tasche vuote, ma soprattutto ottimo per fare concorrenza a Amazon, che con il suo Kindle Fire ha sbancato nelle vendite natalizie, e ha uno store che fa veramente paura al Market di Google.

Le prossime settimane ci diranno, con il solito strascico di rumor, se queste previsioni sono azzeccate o sono, invece, solo chiacchiere da bar (o da blog, nel nostro caso).

via


About the Author

gbon

Gbon è appassionato di tecnologia, ormai da parecchio tempo. Il suo primo PC è stato un Vic 20, e poi, a seguire, tanti altri. Il primo device mobile invece è stato un Palm m505, l'ultimo un tablet Android. Ha conoscenze di programmazione in linguaggi ormai morti (chi si ricorda di GW Basic o Turbo Pascal?); attualmente programma per iPhone e Android.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi